LA STORIA DEL “CALENDARIO DELLA SOLIDARIETÀ”

Era il 1995 quando, sponsorizzato dallo studio “Fotoreporter”, il prof. Enzo Liguoro, pubblicò il suo primo calendario al ritorno da un viaggio in Vietnam. Si chiamava “Good morning Vietnam”. “Lo davamo in cambio di farmaci da destinare essenzialmente in Congo (ex Zaire)”, afferma papà Enzo. Da allora sono susseguiti una serie “monografica” legata ai paesi che aveva visitato anno per anno: Iran, Congo, Guatemala, India, Yemen.
Successivamente si cominciò a dargli un tono di solidarietà: “Un altro mondo è possibile”, “Perché non dormi fratello?”, “Globalizziamo la speranza”, “Sicut et nos dimittimus…” sono solo alcuni dei titoli del calendario giunto ormai alla sua diciottesima edizione. L’ultimo, quello del 2016, si intitola “La disgnità non è negoziabile”.
Il calendario della solidarietà con le foto di papà Enzo in Togo rappresenta una delle maggiori fonti di sostentamento per l’associazione, oltre al 5x1000 e ai contributi dei sostenitori.

COPERTINA CALENDARIO MAMAFRICA 2016

“La dignità non è negoziabile”

CALENDARIO MAMAFRICA 2017

“Ed è in certi sguardi che s’intravede l’infinito.”